Dalla sfilata sposa di Monique Lhuillier, l’acconciatura di Antonio Corral Calero, Direttore Artistico di Moroccanoil

 

Feste, cerimonie, occasioni speciali: si avvicina un inverno carico di appuntamenti.

Ecco un’acconciatura raffinata e femminile da sfoggiare con eleganza per Natale 2013 e Capodanno 2014.

Si tratta della pettinatura delle modelle della sfilata sposa di Monique Lhuillier ideata da Antonio Corral Calero, Direttore Artistico di Moroccanoil.

La stilista spiega: “Benvenuti nel mio giardino segreto… La collezione sposa per l’autunno celebra una storia d’amore con un cimelio di famiglia. Femminilità e sensualità spiccano in tutta la collezione. I tessuti sono strati di tulle con diversi dettagli in pizzo. I ricami sono delicati con motivi floreali e di vite, colorati in argento antico e rosa-oro e ispirati alla atemporalità del giardino segreto. Le silhouette sono sagomate con fluttuanti gonne, per far emergere la dea racchiusa nella nostra sposa“.

L’hair stylist si è ispirato alla bellezza senza tempo e alla poesia di questo giardino segreto. Realizzando look intrecciati e romantici in un  intrigante contrasto opaco assolutamente moderno.

Volevamo che le ragazze rispecchiassero loro stesse, indossando dei look raccolti in modo romantico, morbido e stravagante“, ha detto Antonio Corral Calero. “L’attenzione era focalizzata sulla texture opaca dei capelli e sui dettagli intricati di ogni chignon, con un volume minimo in cima. Per prima cosa, ho applicato Moroccanoil Treatment da metà lunghezza alle punte. Ho poi spruzzato il nuovo Moroccanoil Root Boost (attualmente disponibile solo negli Stati Uniti) su tutta la capigliatura e iniziato ad asciugarli usando le dita per dare volume, districare e separare le ciocche . Una volta che i capelli erano completamente asciutti, ho applicato la nuova Moroccanoil Molding Cream per fornire ulteriore consistenza, soprattutto al centro della testa”.

Il parrucchiere ha continuato: “Ho pettinato tutti i capelli verso la parte posteriore della testa poi ho creato tre grandi sezioni: destra, sinistra e dietro. Ognuna delle tre parti è diventata una treccia. I lati destro e sinistro erano trecce francesi e quella al centro della schiena era una treccia standard,  che sarebbe poi servita come base per lo chignon.  Ho tirato le trecce di sinistra e di destra intorno alla parte posteriore della testa avvolgendola più volte intorno. Ho puntato la parte inferiore verso l’interno, all’altezza della nuca e creato lo chignon. Per dare un tocco più romantico e irregolare, ho tirato e aperto delicatamente le ciocche di ogni treccia all’interno dello chignon“.