Alexandria II, Ceylon, Malesia, Cruz del Sur I e Cruz del Sur II

Xerjoff_Alexandria-II

Xerjoff svela cinque nuove fragranze che vanno ad ampliare le collezioni Oud Stars e Shooting Stars.

La prima delle due linee è dedicata interamente alla millenaria arte del profumo sviluppata nei paesi arabi, il distillato puro di oud al centro di ogni creazione che la compone, modulando materie prime preziose e creatività contemporanea. I nomi? Un omaggio al viaggio epico di Ibn Battuta – raccontato in un testo celebre – che nel Quattordicesimo secolo si mise in cammino per visitare l’equivalente moderno di 44 paesi, percorrendo in quasi 30 anni oltre 75.000 miglia.

Alexandria II, Ceylon e Malesia (quest’ultima presentata in anteprima da Selfridges a Londra) sono gli altrettanti, nuovi, tributi che il marchio dedica a questi luoghi-non luoghi, orizzonti intangibili eppure vividi, in cui rituali antichi, sogni effimeri e ombre ristoratrici si fondono in un vortice di sensazioni.

Shooting Stars, stelle cadenti, alla lettera, trova invece le radici della propria ispirazione nella più grande pioggia di meteoriti registrata in epoca moderna, che nel febbraio del 1947 si è abbattuta sulla Siberia. Ogni fragranza, presentata all’interno di un cofanetto in legno, è accompagnata da un frammento, certificato, di meteorite, il flacone in cristallo a ricordare la luce di una notte speciale in cui il cielo è stato infiammato da une moltitudine di stelle in movimento. Nella collezione anche uno speciale duo, Amber Star e Musk, da indossare insieme, ideato molto prima che il fragrance layering diventasse moda.

Cruz del Sur I e Cruz del Sur II sono il sole che a stento filtra tra la vegetazione imponente di un continente che affascina, porta altrove, a tratti paralizza per la propria, immane, forza selvaggia. La presenza umana rara e più che mai traccia di vestigia antiche, il regno vegetale e quello animale a dominare decisi il momento. Sono il ritmo pulsante dell’Amazzonia, un diario di viaggio vivo e conturbante.