Dal 26 al 29 marzo la profumeria artistica si incontra la The Mall di Milano

 

7 come le note musicali: dalla vicinanza tra il mondo della musica e quello di profumi nasce l’ispirazione per la settima edizione di Esxence, che per l’edizione 2015 cambia sede: la manifestazione dedicata ai profumi di nicchia, infatti, sarà ospitata dal The Mall Milano in Piazza Lina Bo bardi, nel quartiere di Porta Nuova, dal 26 al 29 marzo (le prime due giornate saranno dedicate agli operatori, le ultime saranno aperte al pubblico).

L’appuntamento vuole, come sempre, fondere innovazione e artigianalità, classico e moderno, in un connubio che permetterà ai visitatori di scoprire una nuova anima della manifestazione.

Numerose le novità, a partire dal nuovo premio, The Art and Olfaction Awards, il cui payoff recita “Per l’eccellenza della Profumeria“, che avrà come palcoscenico Milano prima della cerimonia al Goethe Institut di Los Angeles il 17 aprile. Inoltre, grazie alla partnership con The Institute of Art and Olfaction (IAO) e la collaborazione del Prof. Claus Noppeney, la conferenza che si svolgerà il 26 marzo, alle ore 15.00, analizzerà la ricerca condotta dall’Istituto di Culture Olfattive e l‘Università di Scienze Applicate di Berna relativa ai processi di premiazione e al loro ruolo e influenza sulla Profumeria Artistica. Caso studio proposto sarà proprio Il Premio Art and Olfaction, riconosciuto come uno dei principali cardini dello sviluppo della profumeria d’autore, e l’analisi del backstage dei primi due passaggi della selezione dei candidati. Saskia Wilson Brown, fondatrice dello IAO, sarà presente, oltre che come relatrice per questo appuntamento, anche domenica 29 alle ore 14.30 per annunciare a Esxence i 5 finalisti della seconda edizione del riconoscimento.

Confermata anche per la settima edizione, per il quarto anno consecutivo, la presenza di Business France, l’Ufficio Commerciale dell’Ambasciata di Francia in Italia, che coordinerà la presenza di alcuni brand selezionati nel panorama della Profumeria Artistica francese. Oltre 20 case madri d’oltralpe, emergenti e storiche, parteciperanno all’area espositiva di Esxence in rappresentanza dell’eccellenza e della tradizione profumiera di uno dei Paesi che ha visto nascere questo settore unendosi agli altri brand conterranei che saranno presenti direttamente, a testimonianza di un approccio alla Profumeria Artistica en francais.

Tra gli incontri, il laboratorio organizzato con Marta Siembab, senselier e esperta di fragranze indipendente, che porterà i partecipanti a esplorare il mondo dei profumi per trovare quello che più racconta agli altri la nostra personalità, unendosi alla scelta del taglio di capelli, outfit e modo di porci, e quello che meglio si adatta a una particolare occasione, come di volta in volta cambiano ambienti e contesti (28 marzo alle ore 16.00 presso la Sala Conferenze).

Grazie a Laurent Assoulen, pianista e compositore jazz e creatore di fragranze, il pubblico sarà guidato alla scoperta della relazione tra udito e olfatto, sensi accomunati dalle vibrazioni del corpo al contatto con il suono e le materie prime olfattive. Attraverso differenti esperienze sensoriali, si potrà sviluppare una nuova forma di percepire (venerdì 27 marzo, alle ore 18.30, presso la Welcome Hall).

Grazie al blogger Ermano Picco di La Gardenia nell’Occhiello si potrà rivivere l’evoluzione della profumeria in Italia con materiali fotografici, confezioni, aneddoti, formulazioni… A partire dal 1937, anno di di lancio di Shocking, la prima fragranza di Elsa Schiaparelli, al 1963, quando Roberto Capucci presentò le sue prime creazioni olfattive nell’atelier parigino (giovedì 26 marzo, ore 16.00).

A Esxence 2015 parteciperà anche l’autrice e conduttrice Giovanna Zucconi, autrice del saggio “La sua voce è profumo“, nel quale ci accompagna in una “passeggiata olfattiva” tra le pagine di capolavori e piccole sorprese della letteratura. Un incontro per rileggere – in chiave olfattiva – storie e personaggi che ci hanno fatto sognare e ai quali ora possiamo aggiungere un senso in più (sabato 28 marzo alle ore 17.00 nella Sala Conferenze).

Non può mancare, ancora una volta, l’Osmothèque, che il27 marzo alle ore 11.30, accompagnerà visitatori e operatori in un approfondimento storico–tecnico su una materia prima naturale molto particolare, l’Arancia Amara. Utilizzata a partire dalla prima Eau de Cologne italiana fino alle fragranze contemporanee, le sue note e proprietà sono estremamente apprezzate dai profumieri, e dal pubblico.

Per partecipare agli eventi è richiesta la pre-registrazione via email a esxence@equipemilano.com.