Un’inedita versione dell’eroina di Shakespeare

Giulietta Capuleti: una giovane innamorata triste e sfortunata o una donna coraggiosa e tenace, capace di andare contro un destino imposto e di prendere decisioni tanto forti quanto definitive? Per scoprire la vera Giulietta ci aiuta un profumo, il suo profumo. Oggi infatti l’eroina della più famosa tragedia di Shakespeare Romeo e Giulietta diventa una fragranza di nicchia, firmata dal naso Mara De Guidi, proprietaria del marchio Giulietta Capuleti.

Al posto di una fragranza dalle dolci note, eterea e innocente come l’immagine stereotipata della fanciulla amata da Romeo, il profumo ci rivela una Giulietta delicata e forte allo stesso tempo, attraverso una piramide olfattiva fatta di essenze speziate e floreali, legnose e muschiate, un mix nato da un laborioso percorso di ricerca per ritrovare le caratteristiche olfattive delle essenze dell’epoca cinquecentesca.

L’opulenza dei selezionatissimi ingredienti ne fanno una fragranza particolarmente lussuosa, rivolta a un pubblico molto “esigente”: il prezzo, infatti, è di 616 euro a boccetta. E il suo altissimo posizionamento è richiamato già dal logo e dal packaging, sofisticato e inarrivabile. Bianco, oro e viola sono i colori della visual identity, mentre una spada con le ali disegnata dall’artista Andrea Zucchi è il simbolo che accompagna il nome del profumo. Un nome che non è visibile in nessuno degli item esterni: confezione, shopping bag, busta della lettera e biglietto da visita. Il profumo è accompagnato da un catalogo composto da una serie di lettere di Giulietta dalla grafica poetica e futuristica insieme, rilegate con un fiocco di raso viola insieme alle illustrazioni seicentesche del bouquet.

Per la comunicazione del profumo, Mara De Guidi si è affidata a Luxury Box, unit dedicata ai  beni di lusso dell’agenzia pubblicitaria McCann Erickson.