Fino al 13 marzo si può scoprire la storia della famosa bambola

Mille e una Barbie in mostra al MUDEC di Milano fino al 13 marzo 2016

Mille e una Barbie in mostra al MUDEC di Milano fino al 13 marzo 2016

Il suo vero nome è Barbara Millicent Robert, ma per tutti è semplicemente Barbie. Definirla solo una bambola sarebbe riduttivo. Barbie è un’icona globale: in 56 anni di vita è riuscita ad abbattere ogni frontiera linguistica, culturale e sociale, facendo sognare e giocare milioni di bambine in tutto il mondo. Per questo il MUDEC (Museo delle Culture) di Milano le dedica una mostraBarbie. The Icon – curata da Massimiliano Capella, promossa dal Comune di Milano e da 24 Ore Cultura in collaborazione con Mattel.

Fino al 13 marzo 2016, infatti, sarà possibile ripercorrere – attraverso 5 sezioni tematiche – la vita della bambola che, più di altre “colleghe”, si è fatta interprete delle trasformazioni estetiche e culturali della società contemporanea. Dal giorno del suo debutto alla New York International Fair – era il 9 marzo 1959 – Barbie è andata sulla luna, è diventata ambasciatrice Unicef e ha indossato 1 miliardo di abiti per 980 milioni di metri di stoffa.

Nella sala introduttiva – Who is Barbie? – si trovano i pezzi più rappresentativi per ogni decade dal 1959 ad oggi. Alle fashion victim, invece, è dedicata la prima sezione – Barbie è la moda -, dove sono raccolte alcune esclusive creazioni che i più grandi stilisti del mondo – da Dior a Gucci, passando per Calvin Klein – hanno realizzato per Barbie nel corso dei decenni.

La seconda sezione presenta la famiglia, gli amici, il fidanzato Ken e gli animali di Barbie e si intitola, infatti, Barbie Family. La terza sezione – Barbie Careers, attraverso la collezione di carriere internazionali, mostra la filosofia di Barbie che ha ispirato e incoraggiato tre generazioni di bambine e ragazze a sognare, scoprire ed esplorare un mondo dove tutto è possibile.

La quarta sezione – Dolls of the world – rende onore alla varietà multietnica intesa come valore contemporaneo imprescindibile. In questa sala sono esposte le Barbie Dolls con i costumi tradizionali di diversi Paesi del mondo e i modelli prodotti per celebrare i momenti più importanti della storia contemporanea, come la fine della Guerra Fredda e la caduta del muro di Berlino.

Glamour e scintillante la quinta e ultima sezione – Regina, diva e celebrity. Barbie icona globale – che racconta come nel tempo la celebre bambola si sia identificata con miti ed eroine della storia, da Cleopatra ad Audrey Hepburn. Il percorso espositivo si conclude con Barbie Mudec, realizzata in esclusiva per la mostra e simbolo di multiculturalità. I bambini qui troveranno anche una casella di posta dove poter lasciare lettere, suggerimenti e disegni.