3000 mq dedicati alla storia della profumeria
Prosegue il nostro viaggio dedicato alla lavanda e alla Provenza con un luogo davvero speciale.

La cittadina di Grasse è nota per essere la capitale del profumo, un luogo che ha ispirato i più celebri scent di Chanel o Dior. Uno fra tutti lo storico Chanel N. 5, che nella sua composizione contiene proprio il Gelsomino di Grasse. Una significativa fama che non solo fa parte della storia del paese, celebrata nel Museo Internazionale del Profumo, ma vive anche nell’attuale laboriosità di illustri case profumiere, i cui laboratori sono aperti al pubblico.

Il Musée International de la Parfumerie (2 boulevard du Jeu de Ballon 06130 Grasse), riaperto nel 2008 dopo 4 anni di restauri offre, in una superficie espositiva di 3000 mq, ben 50.000 oggetti che raccontano la storia del profumo. Si va dagli strumenti per la produzione delle fragranze (torchi, alambicchi, fiaschi, telai per l’enfleurage) a video e pannelli esplicativi, oltre a postazioni olfattive dove “testare” le fragranzie. Altre aree sono dedicate anche alla cosmesi antica e al design dei flaconi. Se si visita il museo non si può non fare tappa davanti al “necessaire” di Maria Antonietta: un baule da viaggio che doveva contenere tutto il necessario per la bellezza della famosissima regina francese.

Vedi anche: La LavandaLavanda, ingrediente prezioso in profumeriaProvenza sulle tracce della lavandaGalimard, il profumo è personalizzatoMolinard e il profumoFragonard, profumi dal 1926