Una delle farmacie più antiche del mondo al traguardo dei quattrocento anni

Oltre ad essere uno dei nomi storici della profumeria italiana è anche una delle farmacie più antiche del mondo: stiamo parlando della fiorentina Officina Profumo-Farmaceutica di Santa Maria Novella, che nel 2012 raggiunge il traguardo dei quattrocento anni, sotto la direzione di Eugenio Alphandery.

Una lunga storia di tradizione si coniuga con una grande attenzione all’innovazione, per un continuo rinnovo nel tempo: i macchinari usati ad esempio, sono creati appositamente per le lavorazioni dell’azienda mentre si continua a investire in materie prime e ricerca. Se molte essenze e profumi sono ancora realizzati con formule studiate nel Rinascimento per Caterina de’ Medici, si continua ad inventare nuovi prodotti, che vantano estimatori in tutto il mondo. Un esempio è il profumo creato solo ed esclusivamente per Elisabetta II d’Inghilterra in occasione del suo cinquantesimo compleanno.

L’antico centro nasce nel XIII secolo per opera dei frati domenicani che in quell’epoca si stabilirono a Firenze e dove iniziarono l’attività di assistenza ai confratelli malati per poi passare intorno all’anno 1381 alla ideazione di preparati curativi.
L’anno di fondazione si fa però risalire al 1612: sotto la guida dell’alchimista Fra Angiolo Marchissi fu in quell’anno che fu dato maggiore impulso alla ricerca per la preparazione di medicinali. Fu così che la farmacia per disposizione del Granduca di Toscana diventò “Fonderia di Sua Altezza Reale” e diventò famosa anche in Russia e Cina. Nel 1866, con la confisca dei beni della chiesa da parte dello stato, la direzione dell’azienda passò nelle mani di un laico, Cesare Augusto Stefani, nipote dell’ultimo frate direttore dell’Officina.

La sede storica, quella di Via della Scala, decorata con affreschi e vasi di grande pregio, oggi è sede del negozio e del Museo mentre la produzione si è spostata in uno stabilimento in via Reginaldo Giuliani.

Chi visista la prima non può perdere la sacrestia della cappella di S. Niccolò che fin dal Seicento era usata come stanza per conservare le acque “stillate”. Ecco ancora l’Antica Spezieria con il suo bancone e le decorazioni in stucco settecentesco, la Sala Verde nel 1700 sala di ricevimento. Nei locali degli ex laboratori oggi è possibile visitare il museo dell’Officina Profumo – Farmaceutica di Santa Maria Novella. Nella prima sala sono esposti gli antichi strumenti da farmacia, i vetri (bottiglie, alambicchi) e una delle più complete ed interessanti collezioni di ceramica da farmacia della Toscana. Nell’ultima sala, adiacente al piccolo chiostro delle erbe aromatiche, troviamo gli antichi macchinari ed attrezzi usati per la lavorazione dei prodotti.

Nel negozio si tengono concerti, conferenze, presentazioni di libri, mostre.Vi si possono acquistare oltre cinquecento referenze, non solo profumi ma anche saponi, cosmetici, prodotti per animali e per la casa, liquori.

Come ci si può aspettare, l’importante traguardo dei quattrocento anni si festeggerà con una serie di eventi, con una edizione limitata e con un nuovo packaging, che rivisita una bottiglia della fine del XIX Secolo, mentre l’etichetta avrà un microchip grazie a cui i clienti potranno venire a conoscere dati e notizie sui prodotti. La limited edition comprende i profumi Ottone e Porcellana, 2012 bottiglie l’uno costruite con materiali di pregio, come si evince dai loro nomi.

Officina Profumo Santa Maria Novella

Negozio
Via della Scala, 16
Aperto tutti i giorni con orario continuato dalle 9:30 alle 19:30

Museo
Ingresso libero tutti i giorni dalle ore 10:30 alle ore 19:00

Stabilimento di Produzione
Via Reginaldo Giuliani 141

Negozio
Via Reginaldo Giuliani 141
Aperto dal lunedì al venerdì con orario continuato dalle ore 9:00 alle ore 18:00

Sia per lo stabilimento sia per il negozio di Via della Scala si possono prenotare visite guidate

www.smnovella.it