Il designer Jeroen Oude Sogtoen guida la Casa dopo la scomparsa della profumiera

 

Una delle case di profumi di nicchia più apprezzate al mondo è Mona di Orio. La Maison definisce tradizioni anticonvenzionali che accostano il chiaroscuro olfattivo alla ricchezza dei profumi dell’epoca d’oro della profumeria e al lusso incondizionato. Nello spirito della haute parfumerie, i profumi dell’azienda fioriscono sulla pelle rivelando un’armoniosa concertazione di luce, arte e natura.

Fondata nel 2004, la Maison è stata creata dalla profumiera Mona di Orio e dal designer Jeroen Oude Sogtoen, quale unione del loro comune amore per l’arte e per la maestria artigianale. Mona aveva maturato un’esperienza decennale nella profumeria classica accanto a Edmond Roudnitska, profumiere noto in tutto il mondo.

Influenzata dalla luce e dalla natura, Mona ha cercato di catturare la quintessenza di ogni ingrediente. Ha elaborato fragranze come una compositrice, giocando sulle armonie e sulle melodie che si sviluppavano con la pelle.

Il suo stile caratteristico è un viaggio di elementi di luce e oscurità con note vivaci e frizzanti che richiamano alla mente momenti gioiosi, come l’apertura di una bottiglia di champagne, il tutto alternato a cupe e seducenti sfumature e a piaceri misteriosi. Con una spiccata attenzione nei confronti dell’arte e della qualità, le materie prime, apprezzate per i loro standard di eccellenza, vengono accuratamente selezionate e controllate da Accords et Parfum a Cabris, il prestigioso atelier fondato da Roudnitska.

Grazie a ingredienti della più alta qualità, Mona ha saputo raggiungere un’identità e una credibilità unici con elaborazioni le cui formule appaiono quasi minimaliste eppur notevolmente sfaccettate in termini di composizione e persistenza.

La Natura era il mio modello e i miei esercizi erano orchestrati da un eccezionale maestro. Per questo gli ingredienti naturali e la luce sono essenziali e imprescindibili nelle mie creazioni. La luce compare in modo rilevante nelle mie fragranze: amo giocare con il chiaroscuro olfattivo, amo la vivacità e il brio delle lucenti note di testa, la dolcezza e i riflessi delle sensuali note di cuore attraverso passano il piacere oscuro delle misteriose note di fondo“: così la profumiera scomparsa nel 2011 descriveva il suo lavoro.

Le fragranze sono riconoscibili grazie alla loro scia distintiva e al loro stile caratteristico. Natura, luce e arte dettano ciascuna delle creazioni della Maison. Il primo segno distintivo è rappresentato dall’abbondante impiego di materie prime naturali, spesso rare, scelte secondo gli standard più esigenti. Le note naturali vengono intensificate da composti sintetici a creare combinazioni che producono scie esplosive e audacia olfattiva. Conosciuta per le sue formule brevi composte di note abbinate con precisione, le strutture di Mona sono succinte ma allo stesso tempo complesse.

Influenzato dallo splendore dell’estetica Art Déco, dallo scultore di spicco di quel periodo Constantin Brancusi e dall’attrazione di quest’ultimo
per la forma ovale, il nuovo flacone by ateliers Dinand rappresenta una riuscita composizione di luce e arte. Il tappo in bronzo con intarsio smaltato fluttua sopra una base di vetro, su cui si appoggia. Nella forma curva e levigata, con la sua sensuale linea ovale allungata evidenziata dalla doratura della superficie riflettente riposa la sua semplicità.

Tre le collezioni di Mona di Orio. La prima è Signature, composta da Lux e Nuit Noire. Ogni sfaccettatura e fragranza stratificata svela un viaggio fatto di sogni, emozioni e ricordi.

Les Nombres d’Or accorpa Violette Fumée e Oudh Osmanthus. Intrigata e attratta dalla teoria estetica, Mona di Orio ha immaginato come poter rivisitare alcuni classici della profumeria. Alla ricerca delle perfette proporzioni per raggiungere un’armonia melodiosa. Usando le migliori materie prime e meravigliosi ingredienti, questi profumi sono benedetti da divine proporzioni.

Nuova arrivata, Monogram, con Myrrh Casati, composta da Melanie Leroux. L’atelier, guidato da Jeroen Oude Sogtoen, esorta i nasi contemporanei a creare nuove fragranze basandosi sul fondamentale e iconico stile chiaroscuro creato da Mona. Ogni storia è attenta alle tradizioni della Maison. La ricerca di una nuova dimensione, un tributo a Luce & Oscurità.

 www.campomarzio70.it