Il profumo si ispira a una citazione letteraria

Vi è mai capitato di leggere un libro e di percepire, in certe descrizioni, dei veri e propri odori?

Evidentemente è quello che è successo a Huitième Art Parfums, che si è ispirata ad una citazione letteraria per la creazione del suo nuovo profumo Poudre de Riz.

La camera, nel caos, è intrisa di una miscela di odori: sapone, polvere di riso, profumo pungente di acqua di Colonia, nella pesantezza del mattino rinchiuso”: da questa frase, tratta dal romanzo “L’inferno” (1908) di Henri Barbusse, nasce il profumo femminile, presentato lo scorso settembre a Pitti Fragranze 10.

La creazione orientale floreale poudré è un mix armonico ed evocativo che la casa descrive come “un abbraccio deliziosamente ambrato: fascino desueto di un accordo Poudre de Riz bordato di petali di rosa, sensualità senza tempo di un accordo Monoï infuso di baccelli di vaniglia”.

Il bouquet della fragranza si compone di fiori di tiarè, latte di cocco, vaniglia, riso, linfa d’acero, caramello, legno di sandalo, iris, cedro, semi di fava tonka, balsamo di tolu, benzoino e rosa di Damasco.

Poudre de Riz è disponibile in concentrazione 15 % (Eau de Parfum), all’interno di un flacone bianco ed essenziale da 50 ml, al costo di 95 euro. Una novità tra i profumi autunno inverno 2012-2013 per chi ama le fragranze particolari e delicate.