Alcuni principi da non dimenticare

Un tempo scegliere un profumo era come tifare per una squadra di calcio: si puntava su un prodotto e si vestiva quello per quasi tutta la vita.Oggi le cose sono cambiate: la fragranza personale si cambia spesso, si dona, si colleziona. C’è chi porta un profumo diverso a seconda della stagione, dell’occasione, dell’ora del giorno.

Se da uno studio della Charles University di Praga si apprende che il profumo si sceglie in base al proprio odore naturale e quindi risulta essere un’operazione semplice, tuttavia non per tutti puntare su una fragranza piuttosto che su un’altra non è un’impresa facile. A rendere più dispersiva la scelta è l’alto numero di proposte presenti sul mercato e a portare a una decisione sbagliata spesso è la fretta e la non conoscenza del settore.

Ecco alcuni consigli su come orientarsi nella scelta del profumo.

1) La stessa fragranza su persone diverse può risultare irriconoscibile, ma questo può accadere anche alla stessa persona se lo indossa in ore del giorno differenti o – e questo vale per le donne – in base al periodo del mese: l’acidità della pelle cambia e con essa la resa del profumo. Non scegliete un prodotto perchè vi piace portato da un’altra persona in quanto su di voi il risultato potrebbe non essere uguale e prendetevi un po’ di tempo per prendere la vostra decisione

2) Scegliete una profumeria in cui il personale è in grado di suggerirvi e guidarvi nella scelta a seconda delle vostre esigenze

3) Annusate non più di cinque fragranze. Inizialmene provatele sui cartoncini e restringete la rosa a due o tre profumi, che potete provare direttamente sulla pelle dei polsi, senza strofinare. A questo punto il tempo deve fare la sua parte: uscite dalla profumeria e ponete attenzione a come lo scent cambia sulla vostra epidermide e alla piramide olfattiva. Le note di testa che si sentono quando il profumo viene spruzzato, per lo più fresche e leggere, svaniscono dopo pochi minuti. Le note di cuore sono più intense e durano in media due o tre ore. Infine, le note di fondo hanno una persistenza maggiore. Il prodotto deve convincervi in tutte le sue fasi

4) Bisogna tenere presente la distinzione tra eau de parfum e eau de toilette: la prima ha una maggiore concentrazione di oli essenziali, quindi è più intensa e persistente nel tempo. Se non amate le fragranze decise e forti puntate su una eau de toilette, più leggera e meno appariscente.

5) Se avete la pelle secca scegliete un profumo più forte e intenso: l’epidermide tende ad assorbirlo velocemente. La pelle grassa, invece, mantiene a lungo il profumo ed è più adatta a vestire fragranze leggere.

6) Ogni fragranza ci ricorda fatti ed esperienza della nostra vita: evitate profumi che, pur attraenti, vi richiamano subito a fatti spiacevoli, perchè non li indossereste mai!

Se state cercando un profumo da regalare, ricordatevi che:

1) Generalmente, i giovani preferiscono i profumi freschi e vivaci e sono portati a cambiare spesso prodotto. Dopo i trenta anni le scelte si stabilizzano su profumi dalle note decise per le donne e su fragranze legnose o cuoiate per gli uomini. Intorno ai 40 anni si tende a portare sempre lo stesso profumo.

2) Di solito, le persone con carattere riservato e tranquillo prediligono profumi delicati e leggeri, chi è più estroverso punta su prodotti intensi e provocanti