Iniziativa di ICQ sui social

L’Informatore Cosmetico Qualificato lancia dal 10 giugno ogni settimana, in onda su Instagram Tv e Facebook, il TG dedicato al mondo della bellezza.

Un telegiornale ricco di notizie, curiosità e informazioni sulle ultime tendenze, su come il mercato della bellezza stia affrontando il post Covid e per aggiornare gli utenti di Instagram e Facebook. ICQ ha deciso di ampliare la propria presenza con un appuntamento televisivo settimanale dedicato all’attualità cosmetica. Una Tv della bellezza che parli di cosmetica, di cultura della bellezza, di marketing con toni professionali e scientifici.

Il nuovo programma televisivo sarà condotto dalla giornalista di beauty Annalisa Betti e si avvarrà dei contributi di esperti del mondo della cosmetica. L’appuntamento è ogni mercoledì, dal 10 giugno, su Facebook alle ore 12 e sulla IGTV alle ore 21.

Michele Superchi di Beautystreams, Luca Nava di Cosmetica Italia, il professor Marco Klinger, il professor Stefano Manfredini dell’Università di Ferrara, Andrea Casotti di CFF, Cristina Fogazzi, meglio conosciuta come l’Estetista Cinica, Francesca Piucci di Shiseido, Rajan Tolomei di Max Factor, Laura Arrigoni, di Benefit Cosmetics e la blogger Elena Rossi sono solo alcuni degli esperti che interverranno per parlare di chirurgia estetica, dell’evoluzione del concetto di bellezza, di tendenze, di make up terapia e di come creare un beauty blog di successo.

“Gli effetti del Covid hanno modificato i paradigmi nel modo di comunicare e anche noi abbiamo dovuto adeguarci abituando i nostri studenti a modificare le loro abitudini e la fruizione dei corsi residenziali a cui erano abituati”, ha dichiarato Marisa Ascioti, direttore didattico del Corso ICQ e ideatrice del nuovo format televisivo. “L’idea di creare un format televisivo è nata per tenere aggiornati gli studenti dei nostri corsi e non solo. Abbiamo pensato ad un filo diretto con tutti coloro che si interessano di bellezza e vogliono approfondire questi temi in modo puntuale e scientifico utilizzando nuovi canali che ci avvicinino ad un pubblico più vasto ed eterogeneo”.