Laser Free Retexturizer di Peter Thomas Roth

 

C’è chi, per migliorare il proprio aspetto, si sottopone a veri e propri interventi chirurgici e chi invece rabbrividisce al solo pensiero del bisturi. Quest’ultima categoria di persone opta di solito per cure “soft”, meno invasive ma non per questo meno efficaci. Come il nuovissimo Laser Free Retexturizer, uno scrub innovativo firmato Peter Thomas Roth che promette risultati eccezionali senza ricorrere al laser. La sua formula multiattiva rende questo prodotto efficace su diversi fronti: oltre ad agire come esfoliante, aiuta anche ad idratare e riparare la pelle, svolgendo su di essa un peeling delicato.

Tutto ciò grazie ad alcuni preziosi ingredienti che lo compongono. Innanzitutto il Dragon’s Blood Complex (complesso con sangue di drago), a base di una resina rossa proveniente dall’Amazzonia, consente di ripavimentare la cute segnata dall’esposizione al sole e dall’età, attenuando le piccole rughe.

Gli oli di mandorla dolce, albicocca e mango idratano la pelle in profondità, in modo a farle ritrovare elasticità e compattezza. A garantire l’effetto scrub pensano le microsfere di jojoba e polietilene; l’enzima di papaya serve a rimuovere le cellule morte, mentre l’acido glicolico esfolia la superficie cutanea, garantendole così un tono più uniforme.

Laser Free Retexturizer è in vendita nel formato da 60 ml nelle migliori profumerie.