Un cofanetto di bellezza dedicato all’estate

Veepee, e-commerce attivo nell’ambito delle flash-sales, rinnova per il secondo anno consecutivo la partnership con MyBeautyBox, il brand punto di riferimento per gli appassionati di bellezza e benessere che ogni mese propone alle sue abbonate box tematici con una selezione di cosmetici, dai marchi più noti a quelli emergenti. La prima operazione ha conquistato gli oltre 12 milioni di soci italiani, riporta l’azienda nella nota stampa.

Veepee Summer Box è il nome del cofanetto nato da questa collaborazione, che richiama la stagione più calda e colorata dell’anno.

Per tutto il mese di giugno tutti i clienti MyBeautyBox riceveranno non solo coccole beauty di brand giovani come Zago Milano, We Make-Up e Naj Oleari Beauty, ma anche due sorprese speciali: una pochette personalizzata Veepee e uno speciale sconto, per l’acquisto di prodotti e accessori sul sito.

Su Privalia, parte di Veepee, è stato, inoltre, lanciato un concorso ad estrazione, che mette in palio la Veepee Summer Box. Da martedì 26 maggio a domenica 7 giugno, i 100 più fortunati che acquisteranno all’interno della sezione dedicata, avranno la possibilità di aggiudicarsi questo piccolo scrigno di sorprese.

Veepee Summer Box è un’iniziativa che ci consente di aumentare l’effetto wow dell’offerta di Veepee e di rimanere fedeli alla promessa di entertainment shopping riservata ai nostri soci, ringraziandoli per la loro fiducia” commenta Andrea Da Venezia, Head of Marketing & Communication Veepee Italia.

Nel mese di marzo abbiamo indagato le abitudini di consumo online dei nostri soci, che negli ultimi mesi sono cambiate per far fronte al periodo attuale. Gli italiani hanno riscoperto il potere terapeutico dello shopping, e l’acquisto di prodotti di bellezza occupa il 25%, rappresentando anche per noi una categoria in crescita. Ed è proprio per questo che Veepee Summer Box ha un grande valore: ancora una volta vogliamo rispondere ad un target esigente e attento alle tendenze, sempre alla ricerca dell’esclusività”, conclude Da Venezia.