Dalle piante agli spray fai da te

 

Chi durante l’estate ha fatto un aperitivo o passato una serata sui Navigli di Milano ha sicuramente notato un curioso souvenir esposto sulle bancarelle: una suppellettile a forma di zanzara. La curiosità e lo stupore dovuto a questi oggetti si sarà spostato poi sui repellenti offerti dai locali ai clienti fino ad arrivare, grazie alle fastidiose punture che si moltiplicano sulla pelle in pochi minuti, alla consapevolezza della “piaga biblica” che tutti gli anni assale i milanesi: la zanzara tigre. Infatti, uno degli emblemi della stagione calda meneghina è proprio l’insetto succhiasangue, che tormenta i cittadini rimasti in città sembrando una forza invincibile della natura che non si ferma davanti a nulla, nemmeno davanti alla spessa tela di un paio di jeans e alle numerose disinfestazioni.

Milano a parte, in tutta Italia le serate estive sono disturbate dalla presenza di questi insetti – basti pensare che sul nostro territorio sono presenti circa sessanta specie.

Ma esistono rimedi naturali, come oli essenziali, profumatori per ambiente, piante che aiutano a tenere lontano le zanzare da noi e dalle nostre case? La tradizione e gli studi scientifici ci indicano diverse soluzioni in merito, più o meno efficaci e anche più o meno gradevoli. Se non volete ingurgitare aglio crudo o lievito di birra o adottare un pipistrello con la sua bat box ecco alcune idee più e meno profumate. In questo modo, potete combattere gli insetti senza inquinare, intossicarvi o usare prodotti che portano le zanzare a sviluppare resistenza.

Innanzitutto, per ornare casa, terrazzo e giardino potete esporre piante di geranio odoroso, citronella, basilico, lavanda, calendula, mentastro, erba gatta, monarda, agerato e catambra, i cui effetti sono stati messi in luce di recente.

Tra gli oli essenziali che potete utilizzare per creare repellenti fai da te ci sono quelli di anice, bergamotto, noce moscata, garofano, canfora, fiori di arancio, citronella, menta piperita, eucaliptus, pino, timo, noce di cocco, aglio, cannella, rosmarino oltre a quelli derivati dalle piante già citate. Queste essenze si possono inserire in diffusori e lampade per profumare i nostri spazi e allontanare gli insetti. Una menzione particolare merita l’olio di Neem, una pianta insetticida indiana, che ha un odore sgradevole ma tiene lontane le zanzare anche dai nostri animali domestici. Inoltre, distrugge le larve degli insetti se se ne versano poche gocce nell’acqua stagnante. Può essere diluito con acqua e posizionato sul balcone per tenere lontane le zanzare o spalmato sulla pelle (se siete amanti dei profumi però non è il massimo e nemmeno per chi vi sta intorno). Questo prodotto può essere acquistato in erboristeria, così come gli incensi al Neem.

Altre idee di repellenti per l’ambiente oltre al classico zampirone? Potete  mettere dell’aceto e qualche fetta di limone in un recipiente a fondo piatto. Odiata dalle zanzare è anche la cipolla: potete posarne metà in un piattino con applicati sulla superficie dei chiodi di garofano.

Infine, da usare sulla pelle, il decotto di menta e basilico che va filtrato e spruzzato sulle parti scoperte del corpo. Repellente e lenitivo è l’olio di Andiroba utilizzato dalle popolazioni dell’Amazzonia per difendersi dagli attacchi degli insetti. Ecco la ricetta per uno spray fai da te a base di olio di citronella, geranio e eucalipto da stemperare in alcool a 90 gradi o in olio di mandorle dolci (in questo caso il composto non potrà essere vaporizzato ma applicato sulla pelle come una crema). Dovete solo mescolare in un contenitore apposito 90 ml di alcool, 3,5 gr di olio di eucalipto, 3,5 gr di olio di citronella e 2,5 gr di olio di geranio.

Ma torniamo alla zanzara tigre, che a differenza delle altre specie, punge di giorno fino al calar del sole. Ci sono soluzioni in grado di scongiurare l’attacco di questo tipo di insetto? Uno studio coordinato da Barbara Conti, ricercatrice al dipartimento di scienze agrarie, alimentari e agroambientali dell’Università di Pisa, e pubblicato su Parasitology Research ha evidenziato come il miglior rimedio per tenerla lontana siano le essenze di tre piante di origine Nord africana, il coriandolo (Coriandrum sativum), la ruta d’Aleppo (Ruta chalepensis) e la lamiacea Hyptis suaveolens. Si tratta di rimedi noti fin dall’antichità che risultano essere molto più efficaci delle sostanze di sintesi che possono avere effetti tossici soprattutto su bambini e anziani.

Per chiudere, cattive notizie per le amanti degli affascinanti profumi estivi fruttati e succosi: una delle cose che attraggono di più le zanzare sono proprio le essenze gourmand presenti in fragranze e cosmetici, accanto all’odore del corpo e gli abiti scuri. Saprete rinunciare al vostro scent preferito per le serate più glam?

Caterina Varpi