Dalla fragranza all’opera d’arte – Cinque artisti danno forma a emozioni olfattive Creed

Boutique-Creed

Credits Marzia Bettoli

Calé ha festeggiato due importanti traguardi nella sua relazione con la famiglia Creed: 30 anni dall’inizio dell’accordo di distribuzione in Italia e il primo anniversario della Boutique Creed italiana, inaugurata a Milano lo scorso anno in via Madonnina 17.

Silvio Levi, Presidente di Calé, ha spiegato il successo del marchio nel nostro Paese: “Certamente l’aver saputo sempre creare fragranze apprezzate da una clientela raffinata e molto esigente. Creazioni estremamente originali, spesso talmente originali da sembrare troppo lontane dai trend del momento ma che nel tempo hanno raggiunto lo status di capolavori indiscussi a cui ispirarsi. La longevità del loro successo spesso stupisce ma è semplicemente frutto di una creatività coraggiosa ed esteticamente innovativa, conferma che un profumo può essere considerato un’espressione di un’Arte che merita di essere considerata alla pari delle altre arti riconosciute”.

Calé, per festeggiare gli anniversari, ha voluto coinvolgere anche l’arte del gusto e l’arte figurativa, con una serata a cui ha partecipato lo Chef Ernst Knam.

Inoltre, le alchimie di Creed hanno acceso l’immaginazione di cinque giovani artisti che con il proprio estro hanno interpretato alcune fragranze del marchio. La mostra “Dalla fragranza all’opera d’arte – Cinque artisti danno forma a emozioni olfattive Creed” punta i riflettori su Virgin Island Water, Acier Alluminium, Green Irish Tweed, Millesime Imperial e Love in White che diventano fonte di ispirazione per Filippo Bisagni, Giovanni De Francesco, Maria Giovanna Drago, Paolo Gonzato e Marta Pierobon.

La mostra in programma fino a sabato 7 novembre è diretta dalla curatrice artistica Federica Tattoli.