Un alleato per pulizia e igiene di tutta la casa

 

Pochi giorni fa vi abbiamo parlato delle pulizie di primavera. Quali sono gli alleati da non farsi mancare per procedere al meglio? Uno dei prodotti più versatile e utile per tutta la casa, gli indumenti e gli accessori, ma anche per la cura della persona – vi abbiamo segnalato un po’ di tempo fa un Peeling viso con questo ingrendiente –  è certamente il bicarbonato di sodio.

Si tratta di un derivato dell’acido carbonico e vanta proprietà sgrassanti, igienizzanti, assorbi odori, antiparassitarie, anti calcare. Può quindi essere impiegato per sostituire molti prodotti chimici, dando comunque ottimi risultati.

Vediamo quali sono gli utilizzi più comuni e utili, non avendo l’ambizione di essere esaustivi.

In bagno

Il bicarbonato è un ottimo anticalcare. Si può cospargere su rubinetti, vasche da bagno, lavelli e piastrelle dopo avere bagnato le superfici, quindi va lasciato in posa cinque minuti prima di essere rimosso con la spugna.

Nella doccia può essere usato come polvere abrasiva. Contro la formazione di chiazze di sapone indurito o di calcare sempre nella doccia, si può mescolare in uno spruzzatore 2,5 ml di bicarbonato, 5 ml di borace, 32,5 ml di sapone liquido, 45 ml di aceto bianco e 500 ml di acqua calda e usare al posto del normale detersivo.

Per rendere, invece, brillante il WC potete mixare circa 125 ml il di bicarbonato di sodio con 60 ml di aceto e applicare in luogo dell’acido cloridrico.

Per pulire la boiacca nelle fughe tra le piastrelle di ceramica, potete utilizzare un vecchio spazzolino da denti e inzupparlo in un po’ di bicarbonato mescolato con qualche goccia d’acqua.

Il sale, inoltre, può essere adoperato, diluito con acqua calda, per nettare spazzole, bigodini, spugne e accessori per il make up.

In cucina

Il bicarbonato è il prodotti ideale per igienizzare gli elettrodomestici. Una miscela di questo sale nell’acqua calda – tre cucchiai per ogni mezzo litro – può essere usata per pulire sia il frigorifero sia il microonde, mentre per ottimizzare il lavoro della lavastoviglie, è utile, una volta al mese fare un lavaggio a vuoto mettendo il bicarbonato al posto del detersivo.

Sempre per il microonde, per la pulizia, basta sciogliere un paio di cucchiai di questo sale in acqua in una ciotola, quindi portare ad ebollizione nel forno. Lasciar riposare per un minuto o due: a quel punto potete spazzare via qualsiasi macchia e odore.

Per nettare il forno si possono unire con poca acqua, per creare una pasta, 1/2 tazza di sale, 1/4 di tazza di soda e 500 gr di bicarbonato. Nel frattempo, il forno deve essere scaldato e poi spento. Quando non è più caldissimo, si deve stendere il mix e lasciare agire qualche minuto. Si deve quindi spruzzare il tutto con una soluzione composta da 3/4 di aceto, 1/4 d’acqua calda e 10 gocce di limone. Quindi va rimosso tutto il composto. Altriementi, potete cospargere l’interno con del bicarbonato, spruzzarvi sopra dell’acqua calda e lasciare agire per tutta la notte. Al mattino sfregate utilizzando una spugna umida per eliminare unto e macchie. Risciacquate ed asciugate.

Per pulire lavelli in acciaio inox, si può usare il bicarbonato invece di un detergente abrasivo.  Invece, per rimuovere grasso incrostato o bruciato dalle pentole basta strofinare una pasta liquida di bicarbonato e acqua sulla zona da trattare, lasciando agire tutta la notte. Al mattino si può procedere con il normale lavaggio.

Questa sostanza è ideale per eliminare gli odori. Basta lasciare un piccolo contenitore pieno di questo sale nel frigorifero, mentre nella spazzatura, si possono cospargere un paio di cucchiai sul fondo del bidone quando si sostituisce il sacchetto. Negli scarichi potete versare una miscela a base di limone, acqua e bicarbonato. In lavastoviglie, potete aggiugerlo al detersivo o cospargerlo sul fondo dell’elettrodomestico prima di ogni lavaggio.

Per il bucato

L’azione antiodore è ottima anche per il il bucato: basta aggiungere un cucchiaino di bicarbonato all’ultimo risciacquo della lavatrice o direttamente nell’acqua di ammollo – ricordandosi di non usarlo su lana e seta.

Per le macchie difficili da eliminare si può preparare composto di  tre parti di bicarbonato e una di acqua ed applicarla sulla parte da trattare per qualche minuto prima di procedere al lavaggio.

Inoltre, un cucchiaio della sostanza nella vaschetta del detersivo rende il bucato più morbido e brillante, disinfetta i capi e previene la formazione del calcare.

Nel resto della casa

Per la pulizia dei pavimenti, potete far sciogliere un bicchiere di bicarbonato in un secchio d’acqua calda per poi procedere con il normale lavaggio.

Se volete rimuovere macchie dai mobili laccati cospargete la superficie di una spugna umida con del bicarbonato e strofinate delicatamente. Risciacquate ed asciugate con un panno pulito. Per i mobili in pelle, utilizzate una pasta secca di bicarbonato di sodio e acqua per assorbire il grasso. Togliete la pasta raschiando con una lama smussata, e poi spazzolate o aspirate. Infine, rimuovete il tutto con un panno umido e lasciate asciugare.

Con il bicarbonato, si può anche rimuovere la muffa da muri e mobili. Basta strofinarne una piccola quantità con un po’ d’acqua nella parte da trattare poi asciugare bene. Per macchie nei controsoffitti, sui pavimenti in linoleum, piastrelle e smalti basta, invece, strofinare con una pasta di questo sale e succo di limone o acqua ossigenata prima di asciugare. I vostri bambini hanno lasciato segni di penna o pennarello sui muri? Applicate una pasta di bicarbonato e acqua su un vecchio spazzolino da denti e spazzolate delicatamente l’area interessata.

Via ai cattivi odori in armadi e scarpiere: basta inserirvi all’interno una scatolina o un sacchetto di tela pieno di bicarbonato, se si vuole con l’aggiunta di qualche goccia di essenza profumata. E ancora, la sua proprietà anti odore si può sfruttare per le scarpe da ginnastica – basta aggiungerne al detersivo mezza tazza per ogni paio di scarpe e lavare a 40 gradi in lavatrice o  cospargergene l’interno quando non vengono usate – e per deodorare lettiere e gabbiette di piccoli animali – si sparge sul fondo della cuccia uno strato di bicarbonato prima di aggiungere la sabbia pulita – per il portacenere, per i tappeti – basta cospargene un po’ sopra il tessuto prima di passare l’aspirapolvere – per il contenitore dei pannolini usati.

Per rinfrescare i peluche potete effettuare un lavaggio a secco con il bicarbonato, cospargendo i giocattoli, lasciando agire per qualche minuto e poi spazzolare.

Questa sostanza può essere impiegata anche nella cura delle piante: è un buon antiparassitario e tiene pulite le foglie.

Portando a ebollizione dell’acqua con un cucchiaio per ogni litro di questo sale potete ridare brillantezza agli oggetti in argento, immergendoli nel composto e lasciandoli in posa per qualche sencondo prima di pulirli con un panno umido. Altrimenti potete formare una pasta pulente con tre parti di bicarbonato ed una parte d’acqua da strofinare sugli oggetti delicatamente utilizzando un panno umido. Infine, si risciacqua con acqua tiepida e si asciuga.

Per eliminare le macchie sulla porcellana potete applicare una pasta di bicarbonato e perossido di idrogeno, mentre per rendere lucido l’ottone potete usare  una pasta a secco di questo sale e aceto. Utilizzando un panno, applicare sul metallo, poi lasciate asciugare e  e lucidate con un panno pulito.

Infine, una curiosità: il bicarbonato può essere usato anche per spegnere piccoli incendi.

Un ottimo alleato quindi per le prossime pulizie di Pasqua.